CONTATTAMI

Mettiamoci in contatto!

Per contattare l'intervistato devi accedere a Uncò Mag


Oppure Iscriviti manuamente

504. Barbara Mezzanotte / Mezzanotte Store

4 minuti 665 parole

E’ il suo terzo figlio. Intervista a Barbara Mezzanotte, ideatrice di Mezzanotte Store. Entra in contatto con Barbara

Parole: 650 | Tempo di Lettura: 4 minuti

Barbara Mezzanotte_home

36enne di Milano, Barbara lavorava nel settore degli eventi sportivi per un grande ente, una professione molto stimolante che però la portava spessissimo fuori casa. Così, quando è nato Leo, il suo primogenito (ora di 7 anni), ha fatto una scelta radicale per poter conciliare vita familiare e carriera: ha lasciato il posto di lavoro per dedicarsi a un’attività tutta sua, aprendo un concept store dedicato all’abbigliamento per bambini. Il suo negozio, Mezzanotte Store, si trova nel cuore di Milano e Barbara lo definisce il suo “terzo figlio” (la secondogenita è la piccola Olivia, di 3 anni e mezzo).

Barbara, in cosa consiste Mezzanotte Store?
È un negozio di ricerca di abbigliamento e accessori per bimbi 0-12 anni. La mia è una continua selezione di brand provenienti da tutto il mondo, con un’attenzione particolare ai filati (la gran parte dei marchi tratta cotoni organici) e prevalentemente provenienti dal Nord Europa, dove esiste una maggiore attenzione ai tessuti per bambini.

[pullquote]…mi chiedevo perché a Milano non ci fosse niente di tutto ciò.[/pullquote]
Quali motivi ti hanno spinto a metterla in piedi?
Quando è nato il mio primo figlio, Leo, vedevo solo negozi per bambini tristi, grandi brand molto commerciali, con grossi loghi e marchi dappertutto. Quando andavo in Francia, invece, vedevo tutti questi bellissimi negozi multi brand e mi chiedevo perché a Milano non ci fosse niente di tutto ciò.

Barbara Mezzanotte1

Quanto tempo è passato dall’idea alla concreta realizzazione?
È passato un anno.

Che tipo di investimento hai dovuto fare per avviare l’attività? Hai avuto sussidi o risposto a bandì?
Ho investito un po’ di soldini ma non molto, e solo per la ristrutturazione del locale (più o meno 20mila euro). Poi ho partecipato a un bando della Regione Lombardia per le giovani mamme imprenditrici, per avere un piccolo aiuto economico.

Quali le difficoltà incontrate?
Per me era un lavoro totalmente nuovo, anche se la mia famiglia era nel settore delle attività commerciali e dei negozi. La difficoltà più grossa è stata quella di stilare un business plan e capire quanto dovevo comprare per la stagione e quanto avrei dovuto incassare per coprire i costi. All’inizio ho fatto molta fatica ad affrontare questi temi economici a me completamente sconosciuti.

Barbara Mezzanotte4

Oggi riesci a conciliare efficacemente tempi di lavoro e vita privata da dedicare a figli e famiglia? Quali vantaggi derivano dalla tua attività imprenditoriale?
Quando hai un’attività tua non riesci a staccare mai del tutto. Quando è nata la mia seconda figlia, mi ricordo di aver lavorato anche il giorno prima della sua nascita e la settimana dopo ero già in negozio. Sono fortunata perché posso contare sull’aiuto di una persona bravissima, per cui riesco a ritagliarmi dei momenti con i bambini. Per me ad esempio il sabato è sacro e dedicato a loro. Quando voglio prendermi una settimana di vacanza o un weekend lungo mi organizzo per farlo. Insomma riesco a gestirmi in autonomia ma non nascondo che la sera, dopo aver messo a letto i bimbi, spesso lavoro.

Barbara Mezzanotte3

[pullquote]…le corse negozio-scuola-casa fanno parte della mia giornata.[/pullquote]

Come si svolge la tua giornata tipo?
Sveglia alle 7, colazione tutti insieme e preparo Leo per andare a scuola alle 8, accompagnato dal papà. Io porto Olivia alla materna alle 8:30, poi vado in negozio dove normalmente rimango fino alle 19, ma nel pomeriggio spesso vado a prendere io i bimbi a scuola, per cui le corse negozio-scuola-casa fanno parte della mia giornata. Menomale ho tutto vicinissimo.

Sei soddisfatta?
Sono felicissima, il negozio è il mio terzo figlio. Ci vuole tanta dedizione ma le soddisfazioni che ho provato, soprattutto nell’ultimo periodo, sono impagabili. Non nascondo momenti di difficoltà e alcuni giorni di crisi; in Italia è difficile avere una realtà imprenditoriale e ti massacrano di tasse. Ma superati i primi due anni devo dire che le soddisfazioni sono tante. Vedere le mie clienti felici, ritornare entusiaste e sempre contente quando escono di qui è la cosa più bella.

Barbara Mezzanotte6

Elisa di Battista

Intervista a cura di Elisa di Battista

Giornalista, appassionata di comunicazione, digitale, social media, fotografia. Blogger, racconta storie di giovani e artigianato sul suo blog www.laureatiartigiani.it. Seguila su Twitter: @ElisaDiBattista

Lascia un commento