CONTATTAMI

Mettiamoci in contatto!

Per contattare l'intervistato devi accedere a Uncò Mag


Oppure Iscriviti manuamente

Caroline Mondon / Stockman

2 minuti 375 parole

Produciamo manichini in cartapesta seguendo una tradizione artigiana nata 150 anni fa. Intervista a Caroline Mondon, Stockman.

parole: 436 | tempo di lettura: 2 minuti

unco-mondon-1

Frederique Stockman, giovane scultore parigino, nel 1867 ha un’intuizione: produrre manichini non più in cera ma in cartapesta, più economici e versatili. In pochissimo tempo raggiunge il successo, salvo poi fallire nei primi anni del secondo dopoguerra. Negli anni 80 del secolo scorso il brand viene rilevato e Stockman è tornato nel mondo dell’alta moda. Caroline Mondon ne è la direttrice, l’abbiamo intervistata.

Caroline, parlami del tuo brand.
Stockman ha base a Parigi. Si tratta di un’azienda di appena 30 persone, che originariamente faceva busti e manichini di cartapesta.

Non in vetroresina?
Ora usiamo la vetroresina. Ma il nostro materiale originario è la cartapesta e continuiamo a usarla. Facciamo busti e manichini per atelier di moda e vetrine di negozi, per molte aziende non solo in Francia, ma in tutto il mondo.

Esiste una silouhette di tendenza?
Per i negozi le forme non cambiano molto. I gestori di solito preferiscono modelli piuttosto sottili, semplicemente perché sono più adatti a una vetrina. Diverso è il discorso degli atelier: adesso le donne hanno vite più larghe e gli uomini sono più grossi e alti. Stiamo ingrassando tutti! Diciamo che, in generale, Stockman segue la corrente.

È così anche fuori dall’Europa?
Sì, in tutto il mondo è così. Anche se, per esempio, nel nord Europa le persone sono più alte e hanno spalle più larghe, mentre in Asia sono più minute.

Sono le boutique e le etichette a commissionarvi i temi da stampare sui tessuti dei loro manichini, o li elaborate voi stessi?
Entrambe le cose. Abbiamo la nostra collezione e realizziamo nuovi motivi ogni mese. A volte i negozi ci inviano i tessuti da utilizzare per i manichini, dai busti prettamente decorativi, come quelli storici, a quelli per gli accessori. O, ancora, per vestirli e personalizzare i negozi.

E per quanto riguarda le misure dei busti? Sono aumentate o rimpicciolite?
Nell’Europa occidentale il busto classico non ha subito grandi variazioni: è aumentato soltanto di un centimetro. Le misure per un busto standard sono di 90 cm e bene o male restano invariate.

Ci sono differenze importanti nel mondo?
Non direi. Siamo in piena globalizzazione, lo sai. Sempre più spesso i vestiti sono gli stessi ovunque.

unco-mondon-9

unco-mondon-8

unco-mondon-7

unco-mondon-5

unco-mondon-13

unco-mondon-10

unco-mondon-12

unco-mondon-2

Philippa Nicole Barr

Intervista a cura di Philippa Nicole Barr

Philippa e' ossessionata dalla qualità dell'aria, dalla musica e dalla tecnologia. Scrive da Sydney (in questo momento). Il suo sito e' www.philippanicolebarr.com

Lascia un commento