CONTATTAMI

Mettiamoci in contatto!

Per contattare l'intervistato devi accedere a Uncò Mag


Oppure Iscriviti manuamente

Erica Chilese

7 minuti 1388 parole

La mia più grande passione? Aiutare le persone a vivere meglio. Intervista a Erica Chilese. Entra in contatto con Erica

Parole: 1385 | Tempo di Lettura: 4 minuti e mezzo

unco-chilese-1

I cambiamenti spesso mettono in crisi e a volte ci lasciamo sopraffare dal senso di inadeguatezza. Ma superare le difficoltà, la paura e i pensieri negativi è possibile. Come? Ce lo spiega Erica Chilese, life coach certificata Heal Your Life® (Metodo Louise L. Hay) che insegna ai suoi allievi-clienti come imparare a sviluppare e a potenziare le proprie risorse interiori per poter riuscire a mettere in atto dei comportamenti utili per la vita di tutti i giorni. Il percorso di studi di Erica è stato molto vario, infatti oggi è Master Practitioner in Programmazione Neurolinguistica (PNL) e Neurosemantica. Negli anni ha studiato psicologia e sociologia. È laureata in Lingue e Letterature straniere e ha un Master in International Business Management (UK). Nel suo blog parla del suo lavoro di trainer e life coach.

Erica, qual è il tuo lavoro?

Lavoro come life coach. Aiuto le persone a vivere meglio e ad essere emotivamente più responsabili, consapevoli, felici e ‘centrate’. Siccome non possiamo cambiare le esperienze che viviamo o le persone che incontriamo, allora possiamo lavorare su noi stessi per imparare a gestire al meglio ogni momento della nostra vita, crescendo in consapevolezza, pazienza e comprensione.

Che cosa ti sta più a cuore nel tuo lavoro?

Ciò che mi sta più a cuore è trasmettere alle persone che tutti noi possiamo migliorare la qualità della nostra vita, imparando a diventare responsabili del nostro benessere fisico, emotivo e delle esperienze che viviamo indipendentemente da tutto. Come? Per esempio smettendo di dare la colpa agli altri o alle situazioni difficili che affrontiamo, per ciò che non funziona come vorremmo nelle nostre giornate, e iniziando invece a creare passo dopo passo la vita che davvero desideriamo. Anche se nessuno ce l’ha mai insegnato, tutti noi possediamo qualità e risorse interiori che, se allenate con costanza possono davvero aiutarci a diventare esseri umani migliori, creare relazioni più sane, superare i blocchi e le paure, realizzare i nostri sogni e mettere a frutto i nostri talenti!

A proposito di talenti, hai lavorato anche tu su te stessa?

Sì, partendo da ciò che io stessa ho vissuto sulla mia pelle e imparato – e da tutto ciò che di nuovo continuo a studiare e ad apprendere – guido le persone attraverso un percorso di cambiamento interiore e miglioramento personale, facilitando in loro una trasformazione che sia desiderata e più consapevole.
Per esempio, insegno loro ad essere più attente ai propri pensieri/credenze e anche alle parole che utilizzano, per capire in che modo queste stanno influenzando la loro vita e le esperienze che stanno vivendo; oppure le aiuto a riconoscere e a gestire in maniera più funzionale le emozioni che, spesso, possono minacciare e mettere a dura prova il nostro benessere emotivo.
Mi piace dire che facilito alle persone un viaggio interiore di profonda conoscenza e consapevolezza, in modo da permettere loro di trovare dentro se stesse le risorse di cui hanno bisogno per compiere nuove azioni e mettere in atto comportamenti più utili ed efficaci, oppure gestire meglio lo stress, o superare l’ansia e la paura, creare relazioni sentimentali più sane e collaborative, migliorare la propria autostima, superare un momento difficile o anche solo un periodo di cambiamento, fare chiarezza dentro se stessi, prendere una decisione importante.

Che cosa ti piace fare di più nel tuo lavoro?

Sicuramente leggere e studiare, dai libri di Psicologia Positiva, alle Neuro-Scienze, dalla Sociologia alla PNL, libri sull’affettività, l’amore, le relazioni, la comunicazione. Poi amo molto scrivere e, quando ne ho la possibilità, scrivo articoli sul mio blog e rispondo alle varie persone che mi contattano chiedendomi aiuto o anche solo un consiglio. Inoltre amo molto lavorare a stretto contatto con le persone, accompagnarle in un percorso di trasformazione che permetta loro di superare le paure e le resistenze per creare la vita che davvero desiderano. Vederle cambiare in meglio, essere più ottimiste e vivere una vita più appagante e felice, è una cosa davvero unica e meravigliosa! E poi il mio lavoro mi dà l’opportunità di continuare ad applicare anche su me stessa ciò che insegno: credo infatti che facilitare agli altri un percorso se prima non l’hai vissuto sulla tua pelle, sia molto più difficile. Per esempio, l’aver vissuto le stesse resistenze che i partecipanti ai miei corsi mi raccontano, mi è sicuramente di enorme aiuto per capirli meglio ed entrare ancora di più in empatia con loro.

Che cosa ti senti dire più spesso dalle persone che vogliono una tua consulenza?

Molti vogliono migliorare il rapporto che hanno con se stessi, aumentare l’autostima e imparare a non farsi sopraffare dagli eventi o dalle situazioni difficili che attraversano. Altri, invece, hanno bisogno di prendere una decisione ma non riescono a capire che cosa li blocca e continuano a rimanere imbrigliati nei soliti ‘loop’ di pensiero. Altri ancora vogliono migliorare il rapporto di coppia e la comunicazione che hanno con il proprio partner, oppure lasciare andare il dolore e il carico emotivo che si portano ancora dentro da esperienze passate, o imparare a gestire lo stress sul lavoro.

Che tipo di difficoltà incontri più spesso nel tuo lavoro?

Sicuramente quella di gestire il mio tempo e le mie giornate in maniera che siano il più possibile proficue ed organizzate. Quando non fai un lavoro d’ufficio e lavori in proprio, il rischio è quello di non “staccare” mai: c’è sempre una nuova e-mail a cui rispondere, un nuovo articolo da scrivere, un altro corso da preparare. Però, con il tempo e l’esperienza, sto imparando a ritagliarmi anche io i miei spazi, a stabilire delle priorità e a settare dei limiti: una volta mi capitava di rispondere alle email anche alle 11.00 di sera, adesso invece succede molto più di rado! Un’altra difficoltà che incontro come Coach è sicuramente quella di saper bilanciare tra l’essere schietta, sincera e assertiva e, allo stesso tempo, empatica, dolce e sensibile. A volte, infatti, è necessario dire ai miei clienti qualcosa che non vorrebbero sentirsi dire, una verità magari anche “scomoda”. Oppure metterli di fronte alle loro resistenze. Insomma, ci vuole coraggio ma anche molta umiltà, sensibilità ed empatia e, a volte, nonostante tutto, bisogna lasciare le persone libere di scegliere e decidere come comportarsi, se e quanto lavorare su se stesse. Ognuno di noi è diverso e certi cambiamenti, a volte, possono richiedere anche molto tempo. Non è sempre facile trasmettere alle persone l’idea che per cambiare e migliorare abbiamo bisogno di tempo, tanta costanza e anche molta resilienza. Siamo abituati a vivere nell’era del “tutto e subito”: cambiare noi stessi ed evolvere come esseri umani, invece, è un percorso che richiede moltissima pazienza e che, come dico sempre, dura tutta la vita.

Che consiglio ti senti di dare a chi voglia fare il tuo lavoro?

Bella domanda! Il coaching non è un’attività regolamentata e anche se esistono diverse associazioni di coach in Italia (e ognuna di loro dice di essere ufficialmente riconosciuta), chiunque può accreditarsi istituto di formazione di coach. Ecco perché ormai di scuole così in Italia ce ne sono moltissime, di svariati tipi e per tutti i gusti. A chi vuole fare questo lavoro consiglio di non considerare l’attestato o la certificazione rilasciata dalla scuola in cui ci si forma come un punto di arrivo. La scelta della scuola è sicuramente importante, ma è solo l’inizio: poi c’è la tanta pratica unita all’umiltà di voler continuare ad apprendere, i corsi di formazione e gli aggiornamenti da seguire, le competenze comunicative e di marketing, lo studio e l’introspezione personale, la curiosità.
Io sono molto felice di aver avuto la possibilità di studiare per cinque anni Psicologia e Sociologia, di essermi laureata in Lingue e di aver fatto un Master in Economia all’estero: ognuno di questi percorsi di studio mi ha dato una buona base di conoscenze e competenze alle quali si è poi aggiunto tutto ciò che ho imparato nei vari corsi di formazione che ho seguito fino ad oggi. Più faccio questo lavoro più cresco io stessa come persona, come donna, come partner, come figlia, nonostante, vi assicuro, non sia sempre facile! Io sono convinta che ciò che finiamo per insegnare agli altri, sia proprio ciò che più abbiamo bisogno di apprendere!

Irene D'Agati

Intervista a cura di Irene D'Agati

Ama l'odore dei vecchi libri, ma è una tech lover. Le piace definirsi fashion geek. Il suo blog è www.nonsoloborse.net

Lascia un commento