CONTATTAMI

Mettiamoci in contatto!

Per contattare l'intervistato devi accedere a Uncò Mag


Oppure Iscriviti manuamente

Hironobu Matsuoka / Shikiichi

5 minuti 802 parole

Common sense sex: fare sesso sicuro deve diventare qualcosa di ordinario. Cosa c’entra con la moda? Ce lo spiega Hironobu Matsuoka di Shikiichi

Parole: 779 | Tempo di lettura: 3 minuti

unco-Matsuoka-1

Hironobu Matsuoka è un designer giapponese che ho conosciuto a Pitti. Mi ha parlato di common sense sex, cioè fare sesso sicuro deve diventare qualcosa di ordinario, come fare colazione con latte e caffè e bere un bicchiere di vino a cena. E cosa c’entrano la moda e lo stile?, direte voi. C’entrano, fidatevi. Leggete un po’ che cosa mi ha raccontato Hiro a proposito del suo brand Shikiichi.

Hiro, qual è il tuo lavoro?
Sono fashion designer per il marchio Anywhere e anche fornitore per alcuni brand.

Quando ti sei avvicinato per la prima volta al fashion system?
Nel 2008, esattamente quando ho iniziato a lavorare nel reparto vendite di un negozio di Tokyo.

Quando hai capito che la tua passione sarebbe diventata un lavoro?
Beh, è una domanda difficile… non penso di averlo realizzato ancora del tutto ma lasciami dire questa cosa: nel 2011 abbiamo avuto il terremoto e lo tsunami in Giappone. Penso che sia stato un momento molto duro, mi ha colpito profondamente e in quel momento ho capito di aver davvero bisogno di iniziare qualcosa per me stesso, perché non volevo avere rimpianti nella mia vita. Ero completamente scioccato da questo e mi dispiace davvero per chi ne ha sofferto e per le vittime, sono sicuro che tutti siano cambiati a partire da quel giorno, esattamente com’è successo a me. Ho voluto così creare la mia azienda in questo campo e trovare qualcosa di fresco e nuovo. Così sono andato in Europa e mi sono stabilito in Olanda per un anno dove ho viaggiato e sono stato in giro un sacco. Ho visto tante cose, conosciuto nuovi marchi e persone. Così ho iniziato a pensare a poco a poco che potevo fare business. Ecco come ho iniziato a lavorare prima come distributore e poi come ho creato la mia società Shikiichi. In Olanda ho capito che non potevo fare affidamento su niente e nessuno se non me stesso, così dovevo essere forte.

Perché sei andato a Pitti?
Da quando ho iniziato a lavorare come distributore, ho cominciato a pensare al mio marchio. Quando ho iniziato a realizzarlo, fortunatamente ho avuto la possibilità di diventare un membro della LSJS (Leather Shoe with Japanese Stroke, ndr), che negli ultimi anni si sta attivando in tutto il mondo per dimostrare che la scarpa in pelle giapponese e gli articoli in pelle hanno ragione di essere sostenuti dal settore. Partecipiamo ad alcune mostre e showroom due volte l’anno in Europa e Pitti è una delle nostre mete importanti. Ho debuttato a Pitti durante la S/S 2014 e sarà la mia terza collezione quella che presenterò a giugno di quest’anno.

Come descriveresti le tue creazioni?
Le mie creazioni sono per tutti coloro che fanno l’amore con qualcuno, ho inserito un porta condom rimovibile nel portafogli. L’ho realizzato in modo che somigliasse alla confezione del preservativo e che al tatto si sentisse la forma quando si tocca il borsellino. Questo comparto dedicato nel portafogli vuole essere un reminder per fare sesso sicuro. È una sorta di progetto ad azione sociale. Sono stato subito sponsorizzato dal più grande produttore di condom in Giappone, Okamoto Condoms (il numero uno per vendita di preservativi, ndr). Per beneficenza una percentuale sul venduto dei nostri prodotti viene donata a un’associazione che combatte l’HIV come UNICEF o la Red Ribbon Foundation. Sto cercando di far la mia parte e di sostenerli. I portafogli in Europa si possono acquistare online da Luisaviaroma a partire da questo mese. Quindi Enjoy SAFESEX!

Dove trovi ispirazione?
Quando ero in Olanda facevo tutti i giorni una passeggiata mattutina, con il mio cane. Un giorno, mentre stavo giocando con lui, ho trovato l’incarto di un preservativo sul prato. Quando l’ho visto, ho sorriso e ho immaginato che ci dovesse esser stato un ragazzo fortunato ad usar quel preservativo. Quindi l’idea di mettere un porta preservativo nel portafoglio mi balenò nella mente. Questo portafoglio è non solo più facile per portare i preservativi, ma funziona anche da promemoria, ovunque tu vada. Ecco perché ho chiamato la collezione Anywhere!

Che cosa ami del tuo lavoro?
Quando qualcuno compra i miei prodotti. Il momento più emozionante è quando parlo delle mie creazioni con gli acquirenti, mi piace davvero.

Se potessi dare un solo consiglio a un giovane cosa gli diresti?
Gli direi di battere il ferro finché è caldo.

Hai qualche progetto per il futuro?
Sì, sto progettando dei nuovi campioni di calze per la mia prossima collezione. Per quanto riguarda i portafogli, da aprile sarà possibile acquistarli anche in Europa direttamente dallo shop online Luisaviaroma.

Click here for the english version

unco-Matsuoka-2

unco-Matsuoka-3

unco-Matsuoka-4

unco-Matsuoka-6

unco-Matsuoka-7

unco-Matsuoka-8

unco-Matsuoka-9

unco-Matsuoka-10

unco-Matsuoka-11

(Le foto 2, 3 e 4 sono state scattate a Pitti da Veronica Mariani)

Irene D'Agati

Intervista a cura di Irene D'Agati

Ama l'odore dei vecchi libri, ma è una tech lover. Le piace definirsi fashion geek. Il suo blog è www.nonsoloborse.net

Lascia un commento