CONTATTAMI

Mettiamoci in contatto!

Per contattare l'intervistato devi accedere a Uncò Mag


Oppure Iscriviti manuamente

Igor Fromont / Century Box

3 minuti 592 parole

Trasformiamo bottiglie di plastica in morbidissimo tessuto e ne ricaviamo borse e sacchetti per le grandi firme. Intervista a Igor Fromont, Century Box.

parole: 564 | tempo di lettura: 2 minuti

unco-centurybox-01

Igor Fromont è uno dei fondatori di Century Box, un’azienda di Hoeilaart, in Belgio, che realizza sacchetti e scatole originali e alla moda. Ci ha raccontato delle sfide legate alla produzione, ai cambiamenti climatici e della continua ricerca di stili e materiali sempre nuovi.

Igor, che cosa fate alla Century Box?
Produciamo sacchetti e scatole per negozi di moda. Quasi l’85% dei nostri prodotti è destinata all’industria della moda e vendiamo in 65 paesi in tutto il mondo. La nostra produzione ha base in Belgio, Italia e Cina.

Fate sacchetti partendo da carta e cartone, diversi tipi di plastica e tessuti. Come trovate e sperimentate nuovi materiali?
Per assecondare le nuove tendenze c’è bisogno di un impegno costante. Ogni giorno sul mercato sono disponibili materiali sempre nuovi, che rispondono a determinati criteri, come le normative sul riciclaggio dei prodotti, o sulla salvaguardia di alberi e foreste.
Recentemente abbiamo sviluppato un nuovo materiale ottenuto da bottiglie di plastica riciclate (PET). Il prodotto finale sembra un vero tessuto, per questo sulle borse abbiamo dovuto stampare la scritta “I am a plastic bag”.

Sembra un prodotto molto morbido.
Sì, ma le fibre sono fatte di bottiglie di plastica riciclate.

In che misura gli effetti del riscaldamento globale hanno influenzato la domanda negli ultimi 5 anni?
Fino a cinque anni fa in Europa la domanda di sacchetti in plastica era incredibile. Adesso è stata sicuramente sostituita da una maggiore richiesta di borse in carta o riutilizzabili.

E questo ha intensificato la vostra ricerca per lo sviluppo di nuovi materiali?
Indubbiamente. Siamo alla ricerca di materiali e modi sempre più economici per produrre sacchetti di carta, perché le borse di plastica hanno dei costi estremamente bassi. Inoltre, abbiamo scoperto che i costi di produzione per i sacchetti riutilizzabili sono ancora più bassi. Ora in giro ci sono borse riutilizzabili a prezzi davvero convenienti. Inoltre, sta crescendo la domanda di sacchetti in materiali plastici realizzati con un additivo che li rende biodegradabili nel tempo, per effetto della luce e dell’umidità. Adesso esistono anche dei sacchetti a base di amido che sembrano di plastica: in realtà è presente soltanto in minima parte.

Quali sono le principali differenze tra i materiali di carta e cartone e quelli plastici? Quali sono i più funzionali?
I sacchetti in polietilene hanno il vantaggio di essere estremamente leggeri e, al contrario di quelli in carta o riutilizzabili, non richiedono molto spazio per essere conservati. In più c’è sempre il discorso dei costi: una borsa di plastica costa meno di una di carta.

Ovviamente la grafica e la stampa di questi sacchetti sono estremamente importanti. Come testate i colori sui singoli prodotti?
La funzionalità di un sacchetto è fondamentale, ma la nostra esperienza ci ha permesso di acquisire una certa consapevolezza dei materiali utilizzati: la maggior parte delle borse sono estremamente resistenti, ma nel mondo della moda, ciò che conta è soprattutto l’immagine. Per questo dedichiamo moltissime energie alla tintura. Ultimamente stiamo sperimentando innovative tecniche serigrafiche per ottenere effetti sempre nuovi.

Esiste in Europa un centro di maggiore sperimentazione di nuovi materiali per il packaging e di tecniche di stampa?
Beh, sinceramente non sono sicuro che esista un luogo specifico dove si concentrino dei professionisti. Le città in cui c’è una forte tradizione della moda possono vantare un buon numero di talenti, come Milano, Parigi, Londra e così via, ma ovunque si possono trovare esperti che conoscano questo mercato.

Click here for the original article.

unco-centurybox-4

unco-centurybox-8

unco-centurybox-11

unco-centurybox-5

unco-centurybox-12

unco-centurybox-13

unco-centurybox-10

unco-centurybox-6

unco-centurybox-2

unco-centurybox-3

unco-centurybox-7

unco-centurybox-9

Philippa Nicole Barr

Intervista a cura di Philippa Nicole Barr

Philippa e' ossessionata dalla qualità dell'aria, dalla musica e dalla tecnologia. Scrive da Sydney (in questo momento). Il suo sito e' www.philippanicolebarr.com

Lascia un commento