CONTATTAMI

Mettiamoci in contatto!

Per contattare l'intervistato devi accedere a Uncò Mag


Oppure Iscriviti manuamente

Mariù De Sica

3 minuti 536 parole

Sono figlia d’arte, ma ho sempre avuto il pallino della moda e del disegno. Intervista a Mariù De Sica.

parole: 528 | tempo di lettura: 2 minuti

unco-desica-1

Mariù De Sica è figlia d’arte, a casa ha sempre respirato aria di cinema, però ha deciso di seguire la sua passione per il disegno e la moda diventando stilista. Un anno fa ha creato il brand Mariù De Sica insieme al suo compagno che svolge il ruolo di CEO. Gli abiti disegnati da Mariù sono iperfemminili, eleganti e Made in Italy.

Mariù, che lavoro fai?
Seguo la mia passione: disegno collezioni che rispecchino la mia idea di donna e di femminilità.

Qual è stato il momento in cui hai deciso di fare della tua passione un lavoro?
L’ho capito mentre stavo terminando i miei studi di costume cinematografico; in quel periodo mi sono accorta che mi appassionava disegnare abiti ed ero sempre più incuriosita dalla storia del costume e della moda. Da lì ho preso piano piano confidenza con la macchina da cucire fino ad arrivare a decidere di specializzarmi in due corsi di moda, rispettivamente fashion styling ed editing.

Come e quando è nato il tuo progetto?
È nato circa un anno fa assieme al mio compagno Federico Pellegrini. Io mi occupo della parte creativa mentre lui di quella commerciale e economica. Tutto è nato dalla decisione di investire sulle mie capacità e dal desiderio di fare qualcosa assieme.

Come definiresti lo stile del brand “Mariù De Sica”?
Femminile, romantico, bon ton.

Quali sono le tue clienti tipo?
Chiunque stia cercando qualcosa di nuovo e raffinato e di ottima manifattura. Tutti i nostri capi sono completamente Made in Italy.

Visto che pullulano gli shop online in cui è possibile acquistare qualsiasi brand da ogni parte del mondo, che cosa caratterizza e differenzia “Mariù De Sica”?
La possibilità di richiedere online un capo della collezione, creato ex novo appositamente per il richiedente, rendendo quindi l’acquisto un pezzo esclusivo a tutti gli effetti. È possibile ricevere il pezzo scelto entro un mese dall’ordinazione in un packaging dedicato.

Il mercato italiano è in una fase critica, c’è spazio per i giovani?
Ora l’Italia sta passando un periodo non facile dal punto di vista economico, quindi tutto l’iter diventa più complicato, soprattutto per una giovane azienda. Inoltre l’Italia è da sempre un paese amante della moda e del bello, per cui sono numerosi i designer italiani pieni di passione e talento che affollano la scena. Non bisogna però per questo motivo stancarsi di proporsi e di farlo con un’identità chiara, essere tenaci e sempre molto rispettosi.

Che consiglio daresti a chi volesse intraprendere un lavoro simile al tuo?
Di trovare un’identità forte e di non scoraggiarsi di fronte a tutti gli ostacoli e la burocrazia che prevede il cercare di aprire un’azienda di questo tipo.

Quali sono i prossimi obiettivi?
Il nostro progetto per il futuro è quello di far crescere sempre più la nostra azienda e di affermarci con una identità forte nel panorama nazionale e non. Siamo fieri di poter fare prodotti Made in Italy, e ci auguriamo che questo aspetto venga sempre più incentivato e promosso nei giovani designer, unitamente ad una diminuzione degli ostacoli che ora le giovani aziende devono affrontare per poter creare un capo completamente realizzato in Italia.

unco-desica-3

unco-desica-2

unco-desica-4

unco-desica-5

unco-desica-6

unco-desica-7

unco-desica-8

unco-desica-9

unco-desica-12

unco-desica-13

Irene D'Agati

Intervista a cura di Irene D'Agati

Ama l'odore dei vecchi libri, ma è una tech lover. Le piace definirsi fashion geek. Il suo blog è www.nonsoloborse.net

Lascia un commento