CONTATTAMI

Mettiamoci in contatto!

Per contattare l'intervistato devi accedere a Uncò Mag


Oppure Iscriviti manuamente

Ricky Erre Love / Metroklang Records

4 minuti 665 parole

Come si trasforma la passione per la musica in un lavoro? Con passione, appunto. Intervista a Gaetano Ricatti, in arte Ricky Erre Love. Entra in contatto con Ricky

Parole: 654 | Tempo di lettura: 3 minuti

Unco-RickyDJ-1

Gaetano Ricatti, in arte Ricky Erre Love, è nato a Barletta e sin dall’infanzia ha respirato musica grazie discoteca di famiglia, “New York New York”. Dopo anni passati in console a studiare le mosse dei Dj del momento, ispirato dalla scuola DMC, Ricky unisce elettronica e old school con un occhio di riguardo alla componente visiva dell’esperienza del set.

Ricky, raccontaci la tua professione.

Sono dj e produttore discografico. Nel 2011 ho fondato la Metroklang Records, un’etichetta di musica elettronica, techno, house, funk  e disco, aperta a diverse contaminazioni e sperimentazioni musicali. Metroklang  sostiene la realizzazione e la distribuzione a livello nazionale e internazionale di dischi in vinile e digitale sia miei che di giovani musicisti, spesso con la collaborazione di artisti già presenti sul mercato discografico internazionale. Ma non solo. L’etichetta sposa anche l’arte a 360 gradi, grazie al coinvolgimento di diversi artisti visivi che collaborano al progetto con performance di live painting o esposizioni di opere pittoriche, fotografiche e video.

Facciamo un passo indietro. Quando è nato il tuo amore per la musica?

È nato da subito, da mio zio e mio padre, che negli anni Ottanta erano i titolari di una delle più famose discoteche del sud Italia, New York New York . La mia famiglia mi ha trasmesso l’amore per la musica e grazie a tanta forza di volontà ho trasformato la mia passione in un lavoro.

Come nasce l’idea di affiancare al lavoro di dj quello di produttore discografico?

È stata una tappa obbligata, per due motivi. In primis, c’era in me un grande desiderio di produrre la mia musica, a modo mio. In secondo luogo, ero perfettamente consapevole che la produzione permette una grande visibilità a livello internazionale, che soltanto con il lavoro di dj è difficile ottenere

Tu hai trasformato quello che molti considerano un hobby in un vero e proprio lavoro. In che modo?

Con passione. Per ottenere risultati occorre dedicarsi alla musica a tempo pieno. Ci vuole tanto  lavoro, studio, continui approfondimenti. Imparare dai propri colleghi. Fiutare le evoluzioni del settore. Ma soprattutto avere degli obiettivi concreti, una strategia e un progetto chiaro di medio-lungo periodo, che abbia le basi per conquistare una fetta di mercato nell’industria discografica.

Non ti spaventa la concorrenza?

Assolutamente no. La differenza in questo campo la fa la qualità del lavoro, la qualità della musica che proponi. Solo così ci si può confrontare con la concorrenza, grandi colossi compresi. Inoltre, ritengo sia fondamentale puntare sempre a lavorare con altri artisti e produttori, perché sono le collaborazioni che danno linfa vitale a un’etichetta. L’anno scorso, per esempio, è uscito il mio primo album in collaborazione con il dj cileno Aldo Cadiz: un progetto a due mani, A Long Young Trip, pubblicato dall’etichetta tedesca “Beatwax”. Un passaggio molto importante nel mio percorso artistico e professionale.

Che ruolo ha internet nel tuo lavoro?

Internet mi ha aiutato a farmi conoscere da un pubblico più vasto, ad aumentare i contatti, la mia rete. In un lavoro come il mio la promozione è tutto. Da questo punto di vista le piattaforme musicali e i social network negli ultimi anni hanno avuto un ruolo decisivo.

Quali sono i tuoi progetti per il futuro?

Oltre a dedicarmi alla formazione artistica di giovani talenti nel Laboratorio Urbano SAM (Stazione ArteMusica) in Puglia, sono molto impegnato sul fronte delle produzioni. Da qualche giorno è uscito un remix per Amazing Lab, l’etichetta di Matthew Lima e in contemporanea sto preparando altri 2 remix:  uno per i miei amici cileni su Cumpa Limited e l’altro che uscirà in autunno/inverno per Vasile Gorbani su Wavetech Limited. Ma non rinuncio al contatto con la gente: sarò dj in tanti parties estivi e probabilmente tornerò a suonare a Ibiza. Work in progress!

Unco-RickyDJ-2

Unco-RickyDJ-3

Unco-RickyDJ-4

[Le foto sono di Riccardo Turco Liveri]

Alessandra Amoroso

Intervista a cura di Alessandra Amoroso

Trentenne, laureata in Giornalismo, lavora nell'ambito della comunicazione aziendale. Solo quando scrive si sente libera.

Lascia un commento