CONTATTAMI

Mettiamoci in contatto!

Per contattare l'intervistato devi accedere a Uncò Mag


Oppure Iscriviti manuamente

Stylight

4 minuti 767 parole

Stylight, l’aggregatore degli e-shop di abbigliamento da Londra a Parigi, passando per Monaco. Intervista a Francesca Molteni.

parole: 778 | tempo di lettura: 3 minuti

unco-stylight-1

Appassionata di Internet e nuove tecnologie si avvicina al mondo della moda facendo il grande passo: trasferirsi all’estero. Ora Francesca vive in Germania dove cura i rapporti coi clienti italiani per un’azienda digitale che si occupa di tendenze e cool hunting a livello internazionale.

Francesca, qual è il tuo lavoro?
Sono Business Development manager per Stylight.it, mi occupo di tutte le partnership per il sito italiano di Stylight e di tutti i clienti italiani che decidono di andare live con noi in altri paesi. Sono a contatto con tantissime realtà differenti, sia con i negozi più grandi, che sono esclusivamente online, sia con quelli più piccoli che magari si sono avvicinati da poco alle vendite su internet. Grazie alle partnership sviluppate con diversi shop, il portale può offrire agli utenti una vastissima selezione di prodotti: dall’abbigliamento alle scarpe, agli accessori.

Come ti sei avvicinata a questo settore?
Dopo alcuni anni di esperienza nel settore moda, ho ritenuto che il mondo digital fosse quello più interessante perché in forte crescita. In questo settore avrei potuto acquisire conoscenze quasi completamente nuove. Internet era una passione personale, ma volevo farla diventare la mia professione.

Che cosa ti ha spinto a partire per la Germania?
Era un periodo della mia vita in cui cercavo nuove sfide e volevo iniziare una nuova avventura specificatamente nel mondo digital. Ho iniziato a guardarmi in giro in tutto il mondo, senza escludere nessun paese, poi il colpo di fulmine è arrivato con l’annuncio di Stylight!

Sei contenta di aver fatto questa scelta di vita cambiando paese?
Sì, assolutamente. Penso non ci siano mai controindicazioni nel vivere in un paese straniero, entrare in contatto diretto con la cultura, la gente e anche abituarsi a uno stile lavorativo diverso. C’è sempre da imparare ed è importante aprirsi a novità e cambiamenti.

Sul web abbondano i siti dedicati agli outfit e ai consigli di stile, spiegaci meglio che cos’è Stylight.
Stylight è un luogo dove trovare ispirazione in fatto di moda e shopping e dove fare nuove scoperte. Gli utenti possono creare i propri look, cioè delle moodboard, inserendo le immagini dei propri outfit, associandovi i prodotti che indossano, ma anche tutto ciò che trovano d’ispirazione per condividere il proprio stile: canzoni, video, citazioni. Tutti i prodotti presenti nella community sono acquistabili con un clic direttamente dagli shop partner ed è possibile ricercarli e filtrarli all’interno del portale. L’esperienza dello shopping online viene ampliata e le nuove tendenze vengono dettate da persone reali: la nostra missione è democratizzare il mondo della moda.

Quali sono i trend che vanno per la maggiore in Germania e a livello internazionale?
Sono più orientata all’area business, che non a quella prettamente editoriale. Ma, trattandosi del mio pane quotidiano, posso affermare con certezza che nell’ultimo periodo c’è stato un ritorno prepotente degli anni ’90. Il grunge e il tartan in testa. Un aspetto interessante di Stylight è che, essendo presente in 10 paesi, permette di seguire i look di appassionati di moda da Londra a Parigi in tempo reale. L’ispirazione è di respiro internazionale.

Il gruppo di Stylight è composto da 100 persone tutte molto giovani e provenienti da tutto il mondo, una realtà piuttosto lontana da ciò che siamo abituati a vedere negli uffici italiani. Com’è lavorare in un team del genere?
Sotto questo aspetto non potrei chiedere di meglio! Nel mio team ci sono sette differenti nazionalità e l’età media è 28 anni. I quattro fondatori sono anch’essi giovanissimi ed è davvero stimolante vedere crescere la nostra realtà giorno dopo giorno. La cultura aziendale è dinamica e poco gerarchica.

Sei soddisfatta della tua vita lavorativa?
Assolutamente sì! Come ho già detto, quello che sto vivendo ora è la ricetta perfetta: ambiente internazionale, una passione che diventa la mia professione e un settore in fortissima crescita. Che cosa potrei chiedere di più?

Quale consiglio ti senti di dare a quanti vogliano compiere un percorso simile al tuo?
Il mio consiglio è dare il meglio a partire dalla preparazione universitaria. È importante non trascurare l’importanza di un solido background anche accademico. Una volta terminati gli studi, bisogna avere coraggio: coraggio di spostarsi all’estero, coraggio di buttarsi in settori non conosciuti, coraggio di scommettere anche su start up e non solo sulle grandi aziende.

Progetti per il futuro?
Sicuramente la mia avventura in Stylight mi garantisce grandi opportunità anche nel breve periodo, l’azienda è cresciuta molto da quando ho iniziato. Imparo quotidianamente cose nuove e questo appaga la mia sete di nuove sfide. Anche il settore in generale è molto promettente per il futuro. Vi terrò aggiornati!

unco-stylight-5

unco-stylight-2

unco-stylight-3

unco-stylight-4

unco-stylight-11 unco-stylight-12

 

 

 

Irene D'Agati

Intervista a cura di Irene D'Agati

Ama l'odore dei vecchi libri, ma è una tech lover. Le piace definirsi fashion geek. Il suo blog è www.nonsoloborse.net

Lascia un commento